fbpx Skip to main content

Nelle calde notti dei fine settimana estivi, i cieli giapponesi sono illuminati da affascinanti fuochi d’artificio, con spettacoli che vanno avanti anche per un’ora. Il Giappone ama queste esplosioni di colori! Lo dimostra anche un altro tipo di spettacolo variopinto ma meno effimero, offerto dalla natura in primavera.

Varie zone del Giappone sono famose per le loro esibizioni floreali in primavera e inizio estate: l’oceano di nemophila allo Hitachi Seaside Park di Ibaraki, i campi di fiori a strisce arcobaleno di Biei in Hokkaido e le splendide azalee del Matsumoto Azalea Garden a Nagasaki sono solo alcuni esempi. Ci sono poi i peschi delle aziende agricole di Yamanashi e i sakura e baby blue eyes a Oita. Infine, nascosto su una collina a poco più di un’ora da Tokyo, troviamo l’orgoglio della località di Chichibu nella prefettura di Saitama: il festival del muschio rosa “shibazakura.

Lo Shibazakura Flower Festival di Chichibu

L’avventura inizia già salendo a bordo del treno limited express della linea Seibu, alla stazione di Ikebukuro. Seibu ha recentemente aggiornato la sua flotta di treni Limited Express con l’inserimento di LaView, un treno che assomiglia a un proiettile più del treno-proiettile vero e proprio (lo shinkansen). Questa elegante bellezza spaziale ti trasporterà a Chichibu in circa 80 minuti. Durante il viaggio, potrai approfittare sia della comodità dei suoi sedili avvolgenti sia di una splendida vista dagli ampi finestrini sulle montagne ricoperte di foreste! A bordo è consentito consumare cibo e bevande, quindi può essere una buona idea portare con sé uno spuntino per il viaggio.

Un tempo Chichibu era una fiorente città industriale: forniva seta grezza e lavorata alle industrie tessili, che la utilizzavano soprattutto nella produzione di kimono. Chichibu meisen è ancora oggi un famoso stile di tessitura, facilmente riconoscibile in kimono e altri indumenti tradizionali. Si tratta di un tessuto versatile e durevole, anche se il numero di tessitori è diminuito con il costante calare della domanda.

Oggi la città è più conosciuta per la presenza dell’imponente Monte Buko, la cui sagoma viene lentamente erosa dall’uomo. Il suo calcare è infatti utilizzato nei materiali da costruzione, necessari alla continua trasformazione della capitale Tokyo. Ai piedi del Monte Buko si trova il Parco Hitsujiyama, sede dell’annuale Shibazakura Flower Festival che si tiene dalla metà di aprile alla metà di maggio.

Una Passeggiata nella Campagna Giapponese

Per arrivare al Parco Hitsujiyama dovrai camminare per circa 20 minuti dalla stazione di Yokoze. Considera la passeggiata come parte dell’esperienza: il sentiero da percorrere si snoda attraverso incantevoli paesini di campagna, sulle sponde di un fiume gorgogliante e poi su per una piccola foresta. Lungo la strada, la gente del posto allestisce bancarelle sull’uscio di casa, vendendo ai passanti cibi fatti in casa e bevande rinfrescanti.

All’entrata del parco, dovrai pagare una modica quota di ingresso per accedere al festival. Preparati per il più splendido sfoggio di fiori color pastello che tu abbia mai visto! Centinaia di migliaia di piante con fiori rosa, viola e bianchi sono disposte a formare vari motivi di colori, con il Monte Buko che fa da sfondo dietro gli alberi.

Ho passeggiato per circa mezz’ora tra i fiori, lungo i sentieri che si snodano fra i campi. Qua e là ci sono numerose panchine, sia all’ombra che al sole, e c’è anche un’area con rivenditori di cibo e prodotti vari. Molti di questi sono prodotti locali di Chichibu (incluso del fantastico whisky artigianale!). Potresti imbatterti anche in una specialità locale che lascerà esterefatti i tuoi amici: vasetti di miele contenenti corpi di calabroni giganti asiatici. In realtà l’insetto non va mangiato: si dice che l’essenza del calabrone, che fuoriesce e si diffonde nel miele, abbia incredibili effetti benefici sulla salute. Se sei il tipo di persona che compra la tequila con dentro il verme o i lecca-lecca con lo scorpione, questo souvenir fa proprio al caso tuo!

Vicino alle bancarelle di cibo e prodotti, ho trovato anche un appezzamento di terra con dei tulipani colorati piantati apposta per l’occasione. Questo tipo di festival è chiaramente fatto per essere fotografato: prenditela con comodo e divertiti ad andare in giro con la macchina fotografica a portata di mano! Io mi sono persino imbattuto in uno degli animali omonimi del Parco Hitsujiyama: una pecora (hitsuji in giapponese).

Sostenere l’Economia Locale Attraverso il Turismo

Non è una cosa che di solito faccio nei miei articoli, ma prendiamoci un breve momento di serietà. Si parla spesso di come le tradizioni e le culture rischino di scomparire in Giappone. C’è un aspetto però su cui vorrei riflettere, relativo a particolari situazioni di certe località: con così poche attività industriali rimaste, le città come Chichibu dipendono dal turismo per sopravvivere.

Quando visito luoghi o eventi simili a questo, non lo faccio solo per il mio piacere personale. Molte volte compro cose di cui non ho bisogno o provo cibi che normalmente non proverei, semplicemente con lo scopo di supportare un venditore locale, il cui sostentamento dipende da persone come me. Quindi invito i visitatori di questi piccole città e dei loro eventi, a badare meno alle spese. Concediti qualche sfizio in più. Prova qualcosa di nuovo. Perché puoi davvero fare tanto per la persona da cui stai acquistando, o persino contribuire alla sopravvivenza dell’economia locale.

Mantieni vivo il battito del cuore di Chichibu: sostieni l’economia locale

Detto questo, se hai voglia di fare una fantastica gita in giornata fuori Tokyo nella stagione primaverile, il festival dei fiori di shibazakura a Chichibu calza a pennello. Sali su un treno fantastico, fa’ una passeggiata nella campagna giapponese e sorseggia miele d’api infuso di calabrone. Be’, su quest’ultima cosa lascio scegliere a te. Ma mi raccomando, dai un’opportunità a Chichibu in primavera: non te ne pentirai!

Come Arrivare allo Shibazakura Flower Festival di Chichibu

Il modo più semplice per arrivare al festival è con il treno “LaView” della linea Seibu Limited Express da Ikebukuro (o dalla stazione di Seibu-Shinjuku) alla stazione di Yokoze. Ci sono anche altre stazioni lungo la linea Seibu da dove puoi prendere il LaView: consulta il sito web per maggiori dettagli. In alternativa, puoi utilizzare treni più lenti (e leggermente più economici) come l’Express o anche alcuni treni regionali, tenendo presente però che con questi ultimi il viaggio sarà ovviamente molto più lungo.

La stazione di Yokoze è una fermata prima del capolinea Seibu-Chichibu, quindi non dimenticarti di scendere. Dalla stazione di Yokoze, segui le indicazioni (oppure le altre persone che si dirigono all’evento) per il Parco Hitsujiyama. Se al ritorno non hai voglia di camminare, è disponibile una navetta che ferma alla stazione di Seibu-Chichibu.

Puoi anche venire in auto, ma il parcheggio ha posti limitati e l’evento può essere affollato, a seconda dei giorni: il consiglio degli stessi organizzatori è quello di utilizzare i mezzi pubblici.

Informazioni Importanti

Date previste della fioritura degli Shibazakura a Chichibu (2021): dal 16 aprile al 5 maggio

Nel 2021 sarà possibile accedere al Parco Hitsujiyama durante la fioritura, ma rispettando alcune disposizioni dovute all’epidemia Covid-19. Visita il sito web ufficiale (in giapponese, con traduzione automatica in inglese) per informazioni più aggiornate.

Tradotto da Chiara Campanile

Todd Fong

Todd Fong

Fotografo e storyteller. Nato a Oaktown (Oakland, California), vivo a Tokyo. Di recente ho pubblicato il mio libro fotografico "Sheila Kimono Style" (Tokai Educational, 2018). Scrivo e fotografo come freelance per Voyapon, 365 Japan e PeraPeraPera.net

www.peraperapera.net/

Rispondi


X