fbpx Skip to main content

Se il Giappone non è la mecca mondiale dei caffè e ristoranti a tema, allora poco ci manca. Qualunque nicchia di mercato vi possa venire in mente, avrà un suo locale dedicato e, di solito, un pubblico abbastanza numeroso a sostenerlo. Un videogioco famoso in tutto il mondo come i Pokémon di sicuro non fa eccezione. Negli ultimi anni ci eravamo già abituati all’apertura di caffetterie “pop-up” dedicate ai Pokémon in diverse località, ma dal 2018 i fan di Pikachu and Co. finalmente hanno a disposizione il primo Pokémon Cafe permanente a Tokyo. E appena un anno dopo, un secondo Cafe permanente ha aperto anche a Osaka. 

Ingresso del Pokémon Center TOKYO DX
Snorlax, Pikachu e Mew ci danno il benvenuto al Pokémon Center TOKYO DX

Il locale è stato inaugurato in occasione dell’apertura del Pokémon Center TOKYO DX, il più grande Pokémon Center del Giappone, nel distretto di Nihonbashi a Tokyo. La location non è stata scelta a caso. La nuova apertura, infatti, coincideva con il ventesimo anniversario del primo Pokémon Center di Tokyo, che aveva aperto i suoi battenti nel 1998 proprio nello stesso quartiere.

L’accesso al Pokémon Café è consentito solo previa prenotazione sul loro sito (in giapponese e inglese). Tenete presente che le richieste sono solitamente molto numerose, perciò si consiglia di prenotare con almeno un mese di anticipo. Inoltre, una volta prenotato non è possibile modificare il numero di persone, quindi se avete intenzione di andarci in gruppo (massimo 8 persone) fate in modo di organizzarvi bene. Altrettanto importante è la puntualità: le prenotazioni sono per soli 90 minuti e la fascia di tempo rimane quella prenotata, a prescindere dall’orario in cui arrivate. Il Café consiglia quindi di arrivare circa 10 minuti prima.

Interno del Pokemon Cafe a Tokyo
L’interno del Pokémon Cafe a Tokyo

Bere un caffè in compagnia dei Pokémon

Gli interni del locale non vi deluderanno! Uno dei punti forti sono proprio i dettagli dell’ambiente, che cambiano a seconda della stagione, così come il menù. Oltre agli elementi decorativi, è decisamente notevole anche l’uso delle riproduzioni in plastica dei vari piatti. Di solito, infatti, gli altri ristoranti espongono le riproduzioni in apposite vetrine, mentre al Pokémon Café di Tokyo sono sparse su alcuni tavoli, come fossero vere. Questo contribuisce a creare un’atmosfera ancora più coinvolgente. Ovviamente, a occupare quei posti a sedere ci sono dei Pokémon!

Peluche di Pokémon seduti al tavolo con riproduzioni realistiche di cibo
I Pokémon saranno i tuoi vicini di tavolo

È un’idea davvero geniale per limitare il numero di posti, come previsto dalle misure di distanziamento sociale in tempi di COVID-19, senza che questo risulti deprimente come in altri locali. Anzi, aiuta a mostrare in modo più divertente come sono i vari piatti, e la presenza dei personaggi come clienti è sicuramente un altro punto a favore!

Tablet con il menù al Pokémon Cafe di Tokyo
I piatti possono essere ordinati comodamente via tablet e il menù è disponibile in diverse lingue.

Fortunatamente, anche chi non conosce bene il giapponese può godersi l’esperienza. Ogni tavolo è dotato di un tablet multi-lingua per consultare il menù. Ordinare è molto semplice, così come chiedere il conto alla fine. I giocatori più incalliti riconosceranno sicuramente alcuni elementi del menù, che appaiono anche nel gioco Pokémon Cafe Mix. A seconda della stagione, possono esserci addirittura delle offerte speciali per i giocatori di questo videogame.

Un’esperienza divertente al Pokémon Cafe di Tokyo

I piatti sono talmente carini che il primo istinto è quello di non volerli mangiare per non rovinarli. Ma dura poco, perché il cibo è tanto buono quanto bello. L’offerta del menù non è troppo ampia, ma ci sono cibi dolci e salati per tutti i gusti. I piatti speciali cambiano a seconda della stagione, perciò vale la pena far visita al locale in diversi periodi dell’anno. Alcune delle pietanze vengono servite su piatti speciali, che possono essere portati a casa pagando una quota extra. Se siete fortunati, potreste trovarvi nel locale proprio in uno dei momenti della giornata in cui Pikachu si fa vedere per qualche minuto, vestito da chef, per ballare e salutare i clienti. 

Pikachu balla e saluta i clienti tra i tavoli del Pokémon Cafe
Un adorabile Pikachu che balla

C’è anche la possibilità di acquistare accessori, peluche e gadget esclusivi disponibili solo nel locale. Ovviamente, avete a disposizione anche lo store principale del Pokémon Center TOKYO DX, dove è possibile reperire qualunque articolo vi venga in mente. Attenzione: girare fra gli scaffali è molto pericoloso per il portafoglio di chi ha un debole per tutte le cose carine a tema Pokémon. D’altro canto, se non vi piacessero, probabilmente non stareste leggendo questo articolo.

Negozio di merchandising al Pokémon Center
Lo store del Pokémon Center TOKYO DX

Extra: Pikachu Sweets by Pokémon Cafe

Se tutte queste cose a tema Pokémon non sono ancora abbastanza per voi, vi consigliamo vivamente un’altra location a Ikebukuro. Buona parte del secondo piano del Sunshine City Alpa, infatti, è dedicato alle nostre adorabili creature. Lì troverai un altro dei più grandi negozi del Paese e, dal 2019, una pasticceria permanente chiamata Pikachu Sweets by Pokémon Cafe. Purtroppo il locale non ha posti a sedere, si può solo consumare dolci e bevande al bancone. Come nel locale di Nihonbashi, l’offerta del menù cambia a seconda della stagione.  

Spazio dedicato ai Pokémon al Sunshine City Alpa di Ikebukuro

Come arrivare al Pokémon Cafe

Il caffè si trova in un edificio annesso ai grandi magazzini Takashimaya di Nihonbashi. Dista 3 minuti a piedi dalla stazione della metropolitana di Nihonbashi, raggiungibile tramite le linee Ginza o Tozai della Tokyo Metro o la linea Asakusa della Toei. Il Pikachu Sweets, invece, è a 5 minuti a piedi dalla stazione di Higashi-Ikebukuro sulla linea Yurakucho della Tokyo Metro.

Cosa aspettate, quindi? Il Pokémon Cafe è un’esperienza divertente e deliziosa, non solo per i fan di questi personaggi, ma per chiunque voglia visitare un posto originale, con uno stile inconfondibilmente giapponese.

Tradotto da Stefania Da Pont

Toshiko Sakurai

Toshiko Sakurai

Fotografo, quindi sono. Cerco di fare del mio meglio dipingendo con la luce e mettendo insieme le parole. Sono arrivata a Tokyo da Barcellona nell'autunno del 2017 e da allora mi sono dedicata a catturare ogni angolo della città, in sella alla mia bicicletta. Quando non sono in giro con la mia macchina fotografica, di solito sto sfidando le leggi culinarie mixando le cucine di tutti i posti in cui ho vissuto.

Rispondi


X