Il Giappone è il paradiso dello shopping per molte ragioni: la vasta selezione di prodotti disponibili, i quartieri dai negozi più eccentrici, l’alta qualità dei prodotti artigianali tipici. Sebbene il Giappone sia famoso specialmente per i quartieri della moda come Ginza e Harajuku, c’è molto altro che questo Paese ha da offrire.

In primo piano

Una delle gioie dello shopping in Giappone è la netta differenza presente tra le varie regioni in termini di prodotti fatti a mano. Se deciderete di esplorare il Giappone regione per regione, scoprirete una varietà infinita di cibi, lavori di artigianato e prodotti tipici di singole aree, o perfino di singole città specifiche. E al posto di catene di negozi generici senza volto, molti prodotti vengono venduti da aziende e negozi a conduzione familiare, che esistono da decenni se non addirittura secoli.

Sorprendentemente, il Giappone è più organizzato di quanto la maggior parte dei visitatori si aspetti per quanto riguarda i luoghi dove fare acquisti. Qui descriveremo alcune modalità uniche per fare shopping in autentico stile giapponese.

Shotengai

Prima della creazione del centro commerciale, le vie dello shopping dette shotengai 商店街 erano di fatto i luoghi in cui le persone potevano fare acquisti. Si tratta di lunghi tratti di strade con molti piccoli negozi e ristoranti, rivolti principalmente ai residenti del quartiere. Alcuni limitano, o vietano del tutto, l’accesso ai veicoli a motore e alcuni sono coperti in modo che le persone possano fare acquisti, in caso di maltempo, senza usare un ombrello. Il numero di shotengai è in declino con l’aumento di centri commerciali e outlet, ma sono ancora uno spettacolo relativamente comune in Giappone, specialmente nelle città più piccole.

Il bello dello shotengai è esplorare i piccoli negozi, spesso unici nel loro genere, gestiti dai residenti del quartiere. Poiché devono provvedere alle esigenze dei locali, molti negozi sono legati al cibo: panetterie, negozi di sakè, macellerie e bancarelle di frutta e verdura sono i più comuni. Ma in alcuni shotengai, specialmente in quelli che frequentati anche solo occasionalmente dai turisti, si possono trovare anche negozi che vendono graziosi souvenir e ninnoli.

Famosi shotengai che presentano sia negozi per i residenti che per i turisti sono Nakano Sun Mall e Yanaka Ginza a Tokyo, JanJan Yokocho e Senren Shotengai a Osaka e, infine, Sanjokai e Ryoma-dori Shotengai a Kyoto.

Michi-no-eki

Il Michi-no-eki 道の駅, letteralmente “stazione della strada” in giapponese, è un luogo che si trova, come si può immaginare, lungo le superstrade e le principali autostrade. Si tratta di punti di ristoro per coloro che viaggiano tra le città in auto o in autobus, noti per i bagni immacolati, gli ottimi pasti economici e i negozi di souvenir regionali. Solo in Giappone un’area di sosta autostradale può diventare un’attrazione a sé, e alcuni michi-no-eki sono proprio questo.

Lungo le superstrade ci sono diversi tipi di michi-no-eki: le più grandi “aree di servizio” (SA) munite di servizi igienici, diversi ristoranti e un negozio di souvenir, e poi le “aree di parcheggio” (PA), di dimensioni più ridotte, con meno negozi e ristoranti, sempre ammesso che ce ne siano.

Lungo le autostrade non a pagamento è possibile trovare un tipo leggermente diverso di michi-no-eki. Poiché non è previsto un pedaggio, questi tipi di michi-no-eki vengono spesso utilizzati come una sorta di “mercato dei contadini” gestito dagli agricoltori locali. I tipi di prodotti venduti in questi luoghi variano notevolmente, ma tendono sempre a essere di provenienza regionale/locale, rendendo questi michi-no-eki ottimi posti per acquistare souvenir originali.

Quartieri specializzati

Nelle città più grandi ci sono interi quartieri dedicati a una specifica tipologia di prodotto o ristorazione, rivolti a un determinato tipo di cliente. A Tokyo tutti sicuramente conoscono Akihabara, che si rivolge agli amanti degli anime e dei manga, ma ci sono anche quartieri per gli amanti dei libri (Jimbocho), dei tessuti e dell’artigianato (Nippori Fabric Town) e della cucina (Kappabashi). È infatti molto comune trovare un gran numero di negozi che vendono gli stessi tipi di articoli nello stesso quartiere: ciò risale probabilmente ai giorni delle corporazioni mercantili, quando i commercianti che svolgevano lo stesso tipo di attività rimanevano vicini l’uno all’altro per rendere più conveniente la produzione.

Antenna Shop

Per chi non ha il tempo né i mezzi per visitare in lungo e in largo il Giappone durante il proprio viaggio, le grandi città come Tokyo presentano i cosiddetti “antenna shop”. In questo genere di negozio, è possibile trovare prodotti locali tipici di una specifica prefettura o città del Giappone. A Tokyo, la maggior parte degli antenna shop sono concentrati nelle aree di Ginza e Nihonbashi.

Articoli recenti


No post found