In quanto antica nazione insulare, il Giappone gode di un ricco patrimonio culturale con caratteristiche uniche, così come di una cultura che si è formata prendendo in prestito elementi dai Paesi vicini e, più recentemente, dall’Occidente. Con così tanti strati di storia, esplorare un singolo aspetto della cultura giapponese può richiedere una vita intera. I giapponesi sono generalmente disposti a condividere la propria cultura con il mondo, perciò molti turisti in Giappone ne approfittano per sperimentare almeno qualche aspetto. Ecco alcune esperienze culturali che più attirano chi visita il Giappone. 

In primo piano

Crafts (artigianato)

Il mondo delle attività manuali, i cosiddetti “crafts”, in Giappone è così vasto che ci vorrebbe più di una semplice sezione per illustrare tutte le varie tipologie che lo compongono. La cosa più importante da sapere è che molti dei lavori tradizionali sono realizzati da artigiani, le cui abilità sono state affinate da una lunga esperienza generazione dopo generazione. Diventare un artigiano è spesso un impegno a vita in Giappone, motivo per cui la qualità dei prodotti giapponesi non ha eguali. Ma la cosa più interessante è che i giapponesi sono più che disposti a permettere ai visitatori di entrare in contatto con il mondo artigianale locale: si ha così la grande opportunità di vivere esperienze uniche e di portarsi a casa, come ricordo, souvenir fatti con le proprie mani. 

Le esperienze di artigianato più popolari per i turisti includono la produzione di ceramica, la tintura di tessuti indaco, la fabbricazione di carta washi e, per i più ambiziosi, la creazione di un coltello da chef giapponese.

Onsen

Sebbene in molti siano a disagio all’idea di usare, per la prima volta, i bagni pubblici delle acque termali (gli onsen  温泉), quasi tutti poi ne vengono conquistati e non vedono l’ora di provarli di nuovo. In Giappone ci sono così tanti posti provvisti di onsen in cui rilassarsi che si potrebbe organizzare un’intera vacanza passando da una vasca all’altra. Dalle famose località termali come Hakone, da cui si può godere della vista del Monte Fuji, a posti meno conosciuti come Nyuto Onsen, dove è possibile immergersi all’aperto circondati dalla neve: ci sono onsen letteralmente per tutti i gusti, anche per coloro che sono troppo timidi per usare quelli pubblici e preferiscono qualcosa di più privato.

Arti dello spettacolo

Molte persone hanno sentito parlare del kabuki come spettacolo tradizionale giapponese, ma in realtà, in tutta la sua lunga storia, il Giappone ha dato vita a numerosi tipi di arte performativa: dal teatro alla danza, e persino alla commedia. Il kagura, per esempio, è un antico mito giapponese la cui storia viene rievocata in un santuario secolare nella prefettura di Miyazaki. Con nihon buyo, o nichibu, ci si riferisce invece a una danza tradizionale giapponese, spesso eseguita da una ballerina che indossa un elaborato kimono. Il kamigata mai è lo stile di nihon buyo associato alle geisha, dove le ballerine eseguono danze lente e aggraziate per un pubblico privato, accompagnate dalla musica degli shamisen, strumenti a corda tradizionali.

Articoli recenti


No post found