fbpx Skip to main content

Quando si pianifica il proprio viaggio in Giappone, spesso si costruisce il proprio itinerario attorno a luoghi turistici, musei e attrazioni. Vi sono però molte altre esperienze che i turisti tendono a ignorare, esperienze perfette per farvi sentire parte integrante del luogo e per capire meglio come chi vive in Giappone ama divertirsi. Se viaggiate nella stagione giusta potete concedervi un picnic sotto ai ciliegi in fiore, oppure scoprire dove fanno festa i locals per una serata all’insegna della musica e delle nuove conoscenze. Se invece siete come me, e agli album su Spotify preferite la musica dal vivo, non posso che consigliarvi di andare a un concerto. Specialmente nelle città più grandi come Tokyo e Osaka, ce ne sono quasi ogni sera per tutti i gusti.
Comprare i biglietti dei concerti in Giappone può sembrare complicato, ma per molti eventi, soprattutto minori, è davvero una passeggiata anche senza conoscere il giapponese.

In questo articolo, scopriremo come funzionano i concerti in Giappone, vi mostrerò dove e come acquistare i biglietti, e vi darò alcuni consigli per evitare le brutte figure una volta arrivati sul luogo dell’evento.

Concerti in Giappone: Come Funzionano e Cose da Sapere

Avete presente quei pomeriggi passati in coda ai cancelli, attendendo l’ora di apertura del concerto per fiondarsi sotto al palco e prendere il posto migliore? Decisamente non un’esperienza piacevole, soprattutto in estate, sotto il sole. In Giappone non dovrete preoccuparvi dei tempi di attesa, né tantomeno di dover buttare un pomeriggio prezioso della vostra vacanza in fila all’entrata della venue.

In Giappone, infatti, non vale la regola del chi prima arriva, meglio alloggia. Nel caso dei concerti di medio e grande calibro, infatti, i biglietti sono numerati secondo l’ordine di acquisto e il locale vi farà entrare in blocchi di 10 o 20 persone a seconda del numero sul vostro biglietto (seiri bangō, 整理番号). Non è necessario presentarsi eccessivamente in anticipo; le porte aprono generalmente un’ora prima dell’inizio del concerto, e se non siete stati abbastanza veloci ad acquistare i biglietti, potete mettervi l’anima in pace e dire addio ai posti in prima fila, presentandovi anche solo 30 minuti prima. Da un lato, questo sistema vi risparmierà la fatica di mettervi in coda ore prima dell’inizio del concerto, mentre dall’altro dovrete acquistare i vostri biglietti quanto prima possibile per essere sicuri di accaparrarvi un buon posto. Inoltre, i primissimi biglietti sono solitamente riservati ai fan club dell’artista o gruppo, che richiedono una quota di iscrizione annuale, e alle prevendite effettuate per lotteria. Spiegherò entrambi i sistemi qui sotto.

Il numero del biglietto (in questo caso, 672) si trova di solito nell’angolo in basso a destra.

Visto che i seiri bangō vengono chiamati a voce, vi toccherà quindi un ripasso dei numeri giapponesi. Se siete in difficoltà, basterà semplicemente mostrare il vostro biglietto a un membro dello staff che vi aiuterà a capire quando è il vostro turno.

I concerti in Giappone iniziano molto prima di quanto siamo abituati, spesso non dopo le 19:00 nei giorni feriali e anche alle 15:00 nei festivi. Un po’ svantaggioso per chi lavora fino a tardi, ma perfetto per i turisti: potrete godervi lo spettacolo e avere tutto il tempo per prendere l’ultimo treno, magari anche mangiando un boccone nel mezzo.

I prezzi dei biglietti tendono a essere in linea con il mercato europeo per quanto riguarda artisti pop e rock di fama internazionale e artisti locali minori, mentre la differenza si fa sentire soprattutto per i concerti di medio calibro e di artisti internazionali di generi relativamente di nicchia (metal, hard rock, hip hop). Per un gruppo J-Pop o J-Rock potete aspettarvi di spendere indicativamente tra i 6000 e i 9000 yen (45-70 euro). Oltre al prezzo del biglietto, all’entrata della venue vi verrà spesso richiesto di pagare altri 500-700 yen per un drink ticket da scambiare con una bevanda alcolica o analcolica al bar del locale.

Nella maggior parte dei locali sono presenti dei coin locker, armadietti in cui potrete depositare borse e giacche per la durata del concerto.

Ai concerti più grandi non mancano gli effetti speciali.

Prevendite e Tipi di Biglietti

In Giappone, ci sono varie fasi di vendita per quanti riguarda i biglietti dei concerti. Solitamente, prima riuscite ad acquistare i vostri biglietti e prima entrerete nel locale, ottenendo quindi dei posti migliori.
Fanno ovviamente eccezione i concerti con posti a sedere prenotati, che sono comunque una rarità.

  • Prevendita esclusiva per il fan club (fan kurabu senkō hanbai, ファンクラブ先行販売)
    Per ottenere questi biglietti, i più ambiti e i primissimi ad andare in vendita, è necessario iscriversi al fan club ufficiale dell’artista o della band in cambio di una quota annuale. Nel caso degli artisti più famosi, questa prevendita può avvenire per lotteria: si partecipa a un’estrazione e, in caso di vincita, si avrà la possibilità di acquistare i biglietti dell’evento.
    N.B. Questa “lotteria” non vi farà vincere dei biglietti gratis, ma solo la possibilità di acquistarli!
  • Prevendita pubblica con sistema di lotteria (senkō chūsen, 先行抽選)
    Il sistema di lotteria è quello descritto sopra, ma questa prevendita è aperta al pubblico. Se siete grandi fan dell’artista e non volete perdervi il concerto, è consigliabile tentare di acquistare i biglietti già in questa fase.
  • Prevendita pubblica regolare (senkō senchaku, 先行先着)
    Se i biglietti non sono già andati esauriti nelle due fasi precedenti, è possibile acquistarli in prevendita. Le differenze con la fase successiva sono i costi extra di prevendita (generalmente 500 o 1000 yen) e le opzioni di pagamento limitate offerte da alcune agenzie (spesso sono accettate solo le carte di credito).
  • Vendita generale (ippan hatsubai, 一般発売)
    Se state puntando a degli artisti particolarmente conosciuti, i biglietti potrebbero andare esauriti prima di questa fase o potrebbero rimanerne un numero alquanto esiguo. Nel dubbio, meglio tentare di procurarsi i biglietti durante una delle fasi di prevendita.
Più grande l’evento, maggiore il numero di fasi di vendita dei biglietti.

Non tutte le fasi descritte sopra si applicano nel 100% dei casi. Per concerti minori, solitamente ci sono solo una fase di prevendita e una di vendita generale che si protrae fino al giorno dell’evento.

Dove Comprare i Biglietti per un Concerto in Giappone

Avrete diverse opzioni per comprare i biglietti per il concerto che avete scelto. Acquistare i biglietti direttamente in Giappone è sicuramente più semplice e conveniente che farlo dall’estero, ma se non avete un amico a cui chiedere aiuto, potete ricorrere a una delle alternative online.

Comprare i Biglietti per un Concerto in Giappone dal Giappone

Online

Per acquistare i biglietti online mentre vi trovate in Giappone, potete ricorrere a agenzie come Ticket Pia (チケットぴあ), Lawson Ticket (ローソンチケット), eplus (イープラス), Rakuten Tickets, e molte altre. Tuttavia, se una volta era possibile ordinare il proprio biglietto tramite una di queste agenzie e poi acquistarlo attraverso gli appositi terminali dei konbini (convenience store aperti 24h su 24), adesso la creazione di un nuovo account richiede una verifica via SMS e quindi una SIM giapponese. Molto più comodo è invece acquistare i vostri biglietti direttamente tramite uno di questi terminali, senza bisogno di effettuare l’accesso al sito.

Di Persona

I biglietti per i concerti in Giappone sono acquistabili anche di persona tramite i terminali presenti nella maggior parte dei konbini giapponesi, tra cui Lawson, Seven-Eleven, Family Mart, e Sunkus. Questi terminali sono solitamente nella zona del bancomat e delle fotocopiatrici, ma non hanno lo slot per inserire denaro. Per comprare i biglietti a una di queste macchinette, bisogna:

  1. Trovare il concerto che vi interessa inserendo il codice dell’evento (consultabile online), o cercando direttamente l’artista, il locale o la data sul touch screen del terminale
  2. Scegliere il posto (se possibile) e il numero di biglietti
  3. Inserire il proprio nome e numero di telefono (non serve una conferma via SMS, quindi potete usare un numero non giapponese)
  4. Ritirare il voucher con il codice a barre emesso dal terminale, portarlo in cassa e pagare l’importo dovuto
  5. Ritirare i biglietti “ufficiali”

Tra le varie opzioni, il terminale Loppi, che si trova nei konbini della catena Lawson e in alcuni Ministop, è probabilmente il più semplice da usare, e istruzioni dettagliate sul suo utilizzo sono presenti (in inglese) sul sito ufficiale di l-tike.

Anche i terminali dei vari convenience store sono solo in Giapponese. | Fonte: sito ufficiale l-tike

I biglietti sono talvolta disponibili per la prevendita anche presso il locale del concerto e in alcuni negozi di dischi come Disk Union (le informazioni di vendita sono solitamente presenti sulle pagine ufficiali dell’artista, del locale stesso o del promoter dell’evento).

Per i concerti minori, ad esempio di gruppi locali, potete acquistare i biglietti direttamente all’ingresso della venue il giorno del concerto, senza prevendita.

Comprare i Biglietti per un Concerto in Giappone dall’Estero

Per acquistare i biglietti per un concerto in Giappone online, potete rivolgervi a un’agenzia specializzata in e-tickets (biglietti elettronici) per i maggiori eventi giapponesi. Japan Concert Tickets è un rivenditore autorizzato per promoters tra cui Smash Japan, Creativeman, Avex Entertainment, IndieAsia, RedBull e Japan Philharmonic Orchestra. Offre un’ottima scelta di biglietti che possono essere acquistati tranquillamente fuori dal Giappone e utilizzati durante il vostro viaggio.

Un’altra opzione è rivolgersi a un servizio proxy (Tickets Galore Japan, fdjp.com) che acquisti i biglietti da un’agenzia giapponese tra quelle elencate precedentemente e ve li mandi a casa. Questi servizi solitamente ricevono ordini via email, quindi vi basterà contattarli specificando l’evento e il numero di biglietti che vi servono. Vi verrà poi offerto un preventivo che include i costi del servizio (generalmente una percentuale sul costo del biglietto) e le spese di spedizione. Acquistare biglietti tramite proxy è certamente più costoso che acquistarli di persona, ma se avete adocchiato un evento che non volete assolutamente perdervi, può essere la soluzione che fa per voi.

Esistono poi alcune agenzie internazionali che operano nel mercato secondario di rivendita di biglietti per concerti in tutto il mondo (Viagogo, Stubhub), quindi vi basterà selezionare il Giappone (o la città che desiderate) nel campo di ricerca per vedere le opzioni disponibili. I biglietti in vendita su questi siti possono raggiungere prezzi astronomici, soprattutto per gli eventi più ambiti, quindi considerate tutte le opzioni e decidete in base al vostro budget e a quanto ci tenete a partecipare all’evento.

Posso Comprare i Biglietti per un Concerto in Giappone se Non So il Giapponese?

Come abbiamo visto sopra, esistono agenzie come Japan Concert Tickets che vi permettono di acquistare biglietti per i concerti tramite il loro sito in lingua inglese. Lo stesso vale per i servizi proxy e per i rivenditori di biglietti di seconda mano.
Se invece decidete di acquistare i vostri biglietti tramite un’agenzia giapponese o di persona in Giappone, sarà meglio consultare qualche guida online o cercare un tutorial su YouTube, poiché quasi nessuna di queste opzioni è disponibile in lingue diverse dal giapponese.

Partecipare a un concerto più piccolo di qualche band locale può essere un’ottima occasione per un’esperienza a tu per tu con il gruppo.

Quali Sono i Locali Più Famosi Per i Concerti in Giappone?

Tutte le maggiori città della penisola giapponese contano una moltitudine di locali e arene per musica dal vivo.
Qui di seguito trovate una lista dei più famosi di Tokyo e Osaka.

Locali e Arene a Tokyo e Dintorni

Locali e Arene a Osaka e Dintorni

Quali Grandi Artisti Internazionali Suonano in Giappone?

Il Giappone è una delle mete preferite di molti artisti in tour in Asia. È anche la patria di molti festival musicali che accolgono ogni anno band e artisti di fama internazionale. Negli ultimi anni, i musicisti che hanno scelto il Giappone per le loro performance includono Ariana Grande, Britney Spears, Justin Bieber, Lady Gaga, Muse, U2, Kiss, Iron Maiden, e molti altri.

Vi sono poi artisti come Taylor Swift che scelgono il Giappone come unica tappa della leg asiatica dei loro tour. Le sue due performance al Tokyo Dome, che concludevano il Taylor Swift’s Reputation Stadium Tour del 2018, hanno totalizzato più di 100.000 spettatori complessivi!

Sia che vogliate cogliere l’occasione per vedere il vostro artista preferito in tour in Giappone o che vi basti l’esperienza di una serata in una piccola live house di quartiere, partecipare a un concerto in Giappone sarà la ciliegina sulla torta del vostro viaggio. Acquistare i biglietti per un evento così geograficamente lontano può sembrare a prima vista un’impresa titanica, ma come abbiamo visto le opzioni non mancano e sicuramente troverete quella che fa al caso vostro.
Buon viaggio e buona musica dal vivo!

Anna Toccoli

Anna Toccoli

Traduttrice freelance nata e cresciuta a Trento. Dal 2014 al 2019, ho vissuto a Tokyo prima come studentessa e poi come lavoratrice nell'industria 2D dell'intrattenimento. Ho visto la mia buona dose di stranezze e adoro raccontarle a chiunque mi ascolti. I miei hobby sono giocare ai videogiochi, accumulare Lego compulsivamente e tenermi aggiornata sulle ultime follie della cultura pop giapponese.

Rispondi


X