fbpx Skip to main content

I giardini giapponesi sono progettati per essere contemplati come delle vere opere d’arte. Offrono uno sguardo sulla natura e sono spesso fortemente influenzati dai principi del simbolismo e della miniaturizzazione. Al loro interno sono integrati elementi dell’ambiente esterno, come colline o edifici.

Ma è possibile stilare una lista dei 5 giardini giapponesi più belli in Giappone?

1. Giardino Kenroku-en, Kanazawa, Prefettura di Ishikawa

Il Kenroku-en (兼六園), ovvero “il giardino dei sei elementi“, è stato realizzato dalla famiglia Maeda, discendente dell’aristocrazia di Kaga (le attuali prefetture di Ishikawa e Toyama). Il nome si riferisce alle sei caratteristiche ritenute essenziali per un perfetto giardino in stile giapponese: spaziosità e posizione appartata, artificio e antichità, corsi d’acqua e panorama.

La presenza dell’acqua è uno degli elementi del giardino Kenroku-en di Kanazawa. Foto: ©JNTO

In questo giardino, situato nella prefettura di Ishikawa (石川県), è possibile ammirare il laghetto artificiale Kasumigaike (霞ヶ池) dalle colline o dai padiglioni, e scorgere la lanterna di pietra, ormai un simbolo del Kenroku-en. Secondo le credenze popolari, un saggio solitario viveva sull’isola al centro dello stagno, che perciò è divenuto simbolo di longevità e prosperità.

La lanterna di pietra al centro dello stagno è diventata un simbolo del Kenroku-en. Foto: ©JNTO

Ingresso al giardino giapponese Kenroku-en

  • Sito web ufficiale di Kanazawa
  • Prezzo: 320 yen (adulti), 100 yen (bambini dai 6 ai 17 anni), gratuito per gli over 65.
  • Orari di apertura: dalle 7:00 alle 18:00 (dall’1 marzo al 15 ottobre) e dalle 8:00 alle 17:00 (dal 16 ottobre fino a fine febbraio).
  • Aperto tutto l’anno.
  • Accesso: il giardino è a 20 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria di Kanazawa (金沢駅), che è raggiungibile in circa 2 ore e mezza di shinkansen da Tokyo.

2. Giardino Kairaku, Mito, Prefettura di Ibaraki

Il Kairaku-en (偕楽園), nella prefettura di Ibaraki (茨城県), fu inaugurato nel 1842 e progettato da Nariaki Tokugawa. Creato per aristocratici e guerrieri, così come per la gente comune, combina le caratteristiche di un parco moderno con quelle di un giardino giapponese. Deve parte della sua magnificenza alla foresta di cedri, ai boschetti di bambù e alle bellissime azalee. Inoltre, è rinomato per i famosi susini, con i loro tremila fiori che sbocciano in primavera.

Il Kairakuen è famoso per i suoi susini in fiore. Foto: ©JNTO

Da non perdere il terzo piano della residenza Kobuntei (好文亭), che offre uno sguardo sullo stile di vita dei signori feudali, nonché una vista superba sui giardini.

Ingresso al giardino giapponese Kairaku-en

  • Sito ufficiale della città di Mito
  • Prezzo:
    • Per il giardino: 300 yen per adulti e studenti delle scuole superiori, 150 yen per bambini e over 70. L’ingresso è gratuito prima delle 9:00 e per tutti i residenti della prefettura di Ibaraki.
    • Per la Kobuntei House: ulteriori 200 yen sul prezzo del biglietto per adulti e studenti delle scuole superiori e ulteriori 100 yen per bambini e over 70.
  • Orari di apertura: 6:00 – 19:00 (9:00-17:00 per la Kobuntei House) da metà febbraio a fine settembre e 7:00 – 18:00 (9:00 – 16:30 per la Kobuntei House) ) da ottobre a metà febbraio.
  • Il giardino è aperto tutto l’anno, mentre la Kobuntei House è chiusa dal 29 al 31 dicembre.
  • Accesso: tramite la linea JR Hitachi-Tokiwa si raggiunge Mito (水戸駅) da Tokyo in circa 1 ora e 20 minuti. Il giardino è poi a soli 30 minuti a piedi dalla stazione di Mito.

3. Giardino Koraku-en, Okayama, Prefettura di Okayama

Costruito nel 1700 su richiesta di Ikeda Tsunamasa, il Koraku-en (後楽園), nella prefettura di Okayama (岡山県), è uno dei pochi giardini che offrono uno sguardo sulla storia grazie alla collezione di dipinti del periodo Edo e ai registri della famiglia Ikeda.

Il giardino giapponese Koraku-en. Foto: ©JNTO

Il giardino custodisce, tra le altre cose, un’area per il tiro con l’arco e una foresta di bambù. E non solo: è possibile anche ammirare le tre piante simbolo del Giappone, ovvero susini, ciliegi e aceri.

Ingresso al giardino giapponese Korakuen

  • Sito ufficiale della prefettura di Okayama
  • Prezzo: 410 yen per gli adulti, 140 yen per gli over 65 e gratuito per bambini e studenti (eccetto gli studenti universitari).
  • Orari di apertura: dalle 7:30 alle 18:00 dal 20 marzo a fine settembre, dalle 8:00 alle 17:00 dall’1 ottobre al 19 marzo.
  • Aperto tutto l’anno.
  • Accesso: dalla stazione di Shin-Osaka (新大阪駅), prendete il treno shinkansen per Okayama che impiegherà circa 45 minuti, da lì sono 25 minuti a piedi fino al giardino.

4. Parco Ritsurin, Takamatsu, Prefettura di Kagawa

Dal 1620 al 1875, diverse famiglie, a partire dagli Ikoma, hanno contribuito alla realizzazione del vasto parco Ritsurin (栗林公園). Il giardino, considerato uno dei tesori nazionali del Giappone, è il più grande giardino giapponese a essersi guadagnato l’etichetta ufficiale di “sito di particolare bellezza paesaggistica”, e ha ottenuto tre stelle Michelin nella Guida Verde del Giappone.

Il giardino giapponese Ritsurin ha ottenuto numerosi riconoscimenti. Foto: Estelle

Questo parco di 75 ettari è noto principalmente per i suoi pini accuratamente potati fino ad assumere forme che ricordano quelle dei bonsai. Presenta 13 colline, sei stagni e numerosi giardini rocciosi perfettamente curati, che affacciano sul Monte Shiun. Se vi capita di passare per la città di Takamatsu, nella Prefettura di Kagawa, il parco Ritsurin è a meno di 10 minuti di treno e merita sicuramente una visita!

Ingresso al giardino giapponese Ritsurin

  • Sito ufficiale del Turismo di Kagawa
  • Prezzo: 410 yen per adulti e studenti delle scuole superiori, 170 yen per bambini (gratis per i neonati).
  • Orari di apertura: dalle 5:30/7:00 alle 17:00/19:00 a seconda del mese dell’anno (potete trovare informazioni più dettagliate sul sito web ufficiale).
  • Aperto tutto l’anno.
  • Accesso: Takamatsu (高松駅) è facilmente accessibile da Osaka in treno. Per prima cosa, prendete lo shinkansen dalla stazione di Shin-Osaka (新大阪駅) fino a Okayama, per circa 45 minuti di viaggio, e poi cambiate sulla linea JR Seto-Ohashi per Takamatsu, che impiega 54 minuti. Il parco è raggiungibile con una breve camminata dalla stazione di Takamatsu; in alternativa è possibile prendere la linea JR Kotoku e scendere 2 fermate dopo alla stazione del parco Ritsurinkoen-Kitaguchi.

5. Il Giardino del Museo d’Arte di Adachi, Yasugi, Prefettura di Shimane

Il giardino del Museo di Arte Adachi (足立美術館) si estende su un’area di oltre 15.000 metri quadrati ed è composto da vari temi. Il fondatore, Adachi Zenko, si dedicò al giardino fino alla sua scomparsa all’età di 91 anni. Questa devozione è stata riconosciuta dalla rivista americana Journal of Japanese Gardening, che gli ha conferito il primo posto nella categoria dei giardini giapponesi, ed è stata premiata con tre stelle dalla guida Michelin del Giappone.

Una delle viste sul giardino dal Museo d’Arte di Adachi. Foto: Clémentine Cintré

La caratteristica più significativa di questo giardino della Prefettura di Shimane (島根県) è che è parte integrante del museo: si può ammirare, infatti, solo attraverso le sue vetrate (a eccezione del giardino del padiglione del tè Juryu-an, dove è possibile anche passeggiare). Questo crea un’atmosfera molto particolare.

Ingresso al Museo d’Arte di Adachi

  • Sito ufficiale del Museo di Adachi
  • Prezzo (include l’accesso sia al giardino che al museo): 2.300 yen per gli adulti, 1.800 yen per gli studenti universitari, 1.000 yen per gli studenti delle scuole superiori e 500 yen per i bambini.
  • Orari di apertura: 9:00 – 17:00 da ottobre a marzo e 9:00 – 17:30 da aprile a settembre.
  • Museo aperto tutto l’anno (a parte la dependance, che chiude alcuni giorni all’anno).
  • Accesso: dalla stazione di Okayama (岡山駅), prendete la linea JR Yakumo fino alla stazione di Yasugi (安来駅), impiegando 2 ore e 25 minuti. Dalla stazione, un autobus pubblico porta al museo in circa 20 minuti.

Visitare i 5 giardini giapponesi più belli del Giappone vi porterà nel cuore della cultura giapponese. Questi luoghi sono pieni di poesia e vi sentirete più che mai in sintonia con la natura.

Tradotto da Chiara Campanile

Youmna Jomaa

Youmna Jomaa

Ciao! Mi presento, sono Youmna, giramondo e viaggio-dipendente. In questo momento mi trovo in Giappone e spero di farvi scoprire un sacco di esperienze nuove da fare in questo bellissimo paese!

Rispondi


X