fbpx Skip to main content

Autunno in Hokkaido? Perché no?! Il primo posto in cui il kōyō (紅葉, la variazione autunnale del colore delle foglie) fa la sua comparsa in Giappone è proprio la prefettura più a nord del paese. Ho potuto godere solo di una frazione del fascino autunnale dello Hokkaido, esplorando la piccola località di Koshimizu-cho (小清水町) e il vicino lago Tōfutsu (濤沸湖), incluso tra le zone umide di importanza internazionale secondo la Convenzione di Ramsar.

Paesaggio autunnale al lago Tōfutsu in Hokkaido
L’autunno circonda il Lago Tofutsu

Koshimizu-cho è una tranquilla cittadina di appena 5.000 abitanti lungo il mare di Okhotsk, nello Hokkaido orientale. Il suo centro è a soli 10 minuti di auto dal lago Tofutsu e dal Parco Seminazionale di Abashiri, il che lo rende la base perfetta per iniziare ad esplorare. Circa una persona su cinque qui lavora nell’agricoltura, che è il settore principale di Koshimizu. Cosa significa? Tanto cibo fresco e locale

Vista di Koshimizu-cho, in Hokkaido
Koshimizu-cho

In questo articolo vi parlerò dei miei momenti preferiti nella Koshimizu autunnale: dal guidare tra i pittoreschi altopiani, al pedalare accanto alle gru giapponesi e persino al raccogliere patate dolci per un barbecue

L’Autunno in Hokkaido è Meraviglioso

Certo, il Giappone è famoso nel mondo più che altro per la stagione di fioritura dei ciliegi (i famosi sakura), un periodo della durata di 2-3 settimane in cui ondate di rosa colorano il paese da sud a nord. Ma personalmente io preferisco l’oro dell’autunno al rosa della primavera. L’autunno è più caldo, dura più a lungo e, soprattutto, le zone di campagna si tingono di una vastissima gamma di colori, dai rossi più profondi ai verdi più accesi.

Inoltre, è molto meglio anche dell’estate giapponese, che per chi non lo sapesse è come stare in una perenne sauna. L’autunno invece porta un clima più fresco! Molto meglio!

Colori autunnali dorati nella campagna di Koshimizu-cho
L’autunno dorato a Koshimizu-cho

In Bicicletta tra le Foglie d’Autunno di Koshimizu

Probabilmente non c’è modo migliore della bicicletta per assaporare tutto ciò che l’autunno ha da offrire. Guidare dalle parti di Koshimizu è scandalosamente facile, ma usare la bicicletta significa potersi fermare ogni volta che si vuole, uscire dai sentieri battuti e prendersi davvero tutto il tempo e la calma necessari. È possibile noleggiare delle bici elettriche presso l’Associazione Turistica di Koshimizu: io ho ritirato la mia proprio accanto alla stazione di Hama-Koshimizu (la più vicina a Koshimizu).

Bicicletta elettrica a noleggio lungo una strada di campagna

Cosa Portare 

Io ho fatto la mia pedalata verso fine ottobre e ho avuto la fortuna di trovare un cielo sereno e limpido e 16°C. I vestiti adatti dipendono notevolmente dalle condizioni meteorologiche. Temperature più basse richiederanno maglie termiche, guanti, sciarpe e altro ancora. Nota bene: il caschetto viene dato in dotazione!

Altri articoli che consiglio includono:

  • Indumenti sportivi adatti alla temperatura. Se prevedete di sfruttare appieno la durata della batteria della bici, avrete bisogno di più strati! Io indossavo una maglietta, strati di indumenti termici, un cappotto, guanti e dei leggings da yoga.
  • Una borsa o zaino per gli effetti personali, perché le bici non hanno cestini.
  • Acqua.
  • Una macchina fotografica!
Strada in discesa nella campagna dello Hokkaido
Niente di meglio che una bella discesa!

L’Itinerario Ciclabile

L’associazione turistica può fornire dei consigli per il tuo percorso in bicicletta in base all’intensità, alla distanza e alla durata desiderate. Io ho fatto un tragitto di 13 km con una mountain bike ibrida hardtail. Il percorso mi ha portato da Hama-Koshimizu prima lungo il lago Tofutsu sulla strada prefetturale 467, poi lungo strade panoramiche, fino a tornare al punto di partenza. 

Gru giapponesi su un campo in Hokkaido
Ho avuto la fortuna di vedere le gru giapponesi!

Guidare Tra le Foglie Autunnali di Koshimizu

Avete già guidato in Giappone? O, più precisamente, avete mai guidato nella campagna giapponese? Sappiate che è divertentissimo! Guidare a Tokyo può essere stressante, soprattutto quando ti lampeggiano cose strane davanti o quando ci sono deviazioni del traffico. Guidare nella campagna dello Hokkaido, invece, è completamente diverso. È super rilassante, soprattutto in autunno! Sono andata alla ricerca dei fenomeni autunnali più spettacolari della zona, guidando da Koshimizu al monte Mokoto (藻琴山) e poi seguendo un percorso diverso al ritorno.

Automobile parcheggiata lungo la strada da Koshimizu al Monte Mokoto
Soltanto io e la mia Nissan Cube!

Guidare da Koshimizu al Monte Mokoto

Per arrivarci, ho preso la Route 391 per il Nogami Pass (野上峠) e poi la strada prefetturale 102 per Highland Koshimizu 725 (ハイランド 清水725). Sono arrivata in Hokkaido verso fine autunno, quindi più salivo più il paesaggio si faceva invernale. In ogni caso, tenete presente che Highland Koshimizu è aperto solo da maggio a ottobre. 

Panorama al Nogami Pass
Vista sul Nogami Pass

In cima al Monte Mokoto, prima del punto di ristoro, c’è una terrazza panoramica che vale la sosta! Se poi avete fame, potete procurarvi snack e bevande calde presso l’area di ristoro.

Vista dal punto panoramico in cima al Monte Mokoto
La vista dalla terrazza panoramica

Ritorno dal Monte Mokoto a Koshimizu

Per il viaggio di ritorno, ho preso la strada prefetturale 587 fino a Koshimizu.

Tratto di strada tra il Monte Mokoto e Koshimizu

Prodotti Locali di Koshimizu

I prodotti locali tipici di Koshimizu sono il grano, le patate, la soia e la barbabietola da zucchero (c’è uno stabilimento di barbabietole da zucchero nelle vicinanze, a Shiretoko). In più, alcune aziende agricole stanno acquisendo nuove abilità e ampliando la loro offerta coltivando l’uva. Ho trascorso alcune ore in una fattoria locale raccogliendo e assaggiando le loro patate dolci e i loro grappoli. 

Patate Dolci

In questa fattoria di 23 ettari vengono coltivate migliaia di patate dolci, per cui raccoglierle a mano non è una soluzione fattibile! I proprietari, però, sono stati così gentili e coraggiosi da lasciarcene raccogliere un po’ per il barbecue. 

Agricoltori scavano nel campo per estrarre patate dolci

Le dimensioni di questi tuberi variano di anno in anno, in base al clima e alle condizioni del suolo. Quest’anno erano relativamente piccoli ma era comunque necessario fare attenzione a non danneggiarli estraendoli dal terreno. Dopo aver lavato le patate, le abbiamo avvolte nella carta stagnola per grigliarle. Distratti dall’uva della serra, le abbiamo lasciate cuocere un po’ troppo: alla fine erano leggermente “croccanti” (o meglio, bruciate), ma l’interno era ancora caldo e soffice!

Un piccolo barbecue vicino a un bonsai

Uva

La coltivazione dell’uva è relativamente nuova in questa azienda agricola, perciò è stato molto interessante osservare le diverse varietà con cui stanno sperimentando. La differenza tra la temperatura diurna e quella notturna in Hokkaido è notevole, condizione considerata ideale per la coltivazione dell’uva. Se hai mai acquistato frutta in Giappone, saprai di certo quanto l’uva sia costosa! Perciò capirai anche quanto sia preziosa ogni occasione per assaggiarla!

Vigne in una serra

Albe e Tramonti 

Il sole tramonta e sorge prima in Hokkaido che in qualsiasi altra parte del Giappone (rispettivamente intorno alle 16:00 e alle 05:30 nel periodo autunnale). Se riuscite ad alzarvi presto, potrete godere di splendide viste sul lago Tofutsu, a Koshimizu o dalle montagne!

Tramonto sul Lago Tofutsu

Il lago Tofutsu ha una circonferenza di 27,3 km ed è un luogo importante per gli uccelli migratori. Al tramonto, durante l’autunno, potreste vedere oche granaiole, cigni selvatici, anatre e persino gru tornare al loro posatoio per la notte.

Tramonto sul lago Tofutsu, in Hokkaido

L’Alba dietro le Montagne

Guardare il sole sorgere dal monte Unabetsu-dake è una delle opzioni più popolari per ammirare l’alba a Koshimizu, perché non ci sono strutture artificiali che ostruiscono la vista. Altri punti consigliati sono guardando verso il monte Shari e il monte Mokoto. 

Paesaggio all'alba, con monti sullo sfondo

Altri Consigli per Albe e Tramonti

Non sono rimasta abbastanza a lungo per vedere tutti i tramonti, ma altri luoghi consigliati sono il ponte Heiwa sulla strada 467 e l’Osservatorio di Furetoi vicino alla stazione di Hama-Koshimizu. 

Punto panoramico di Furetoi
Osservatorio di Furetoi

Stai Pensando di Visitare la Zona?

L’Associazione Turistica di Koshimizu offre un servizio di noleggio biciclette presso il loro nuovo centro visitatori aperto nel 2018. Sfortunatamente, l’esperienza in azienda agricola al momento non è disponibile come attività, ma potrebbe esserlo in futuro, quindi tieni gli occhi aperti! In caso di domande, puoi contattare direttamente l’Associazione Turistica. Ulteriori informazioni sugli itinerari ciclabili a Shiretoko sono disponibili anche qui

Come Arrivare 

In Auto

Dall’aeroporto di Memanbetsu, prendete la Route 39 verso nord, quindi passate sulla strada prefetturale 246 fino a Koshimizu-cho. Durata: 45 minuti. Distanza: 35 km. 

Con i Trasporti Pubblici 

Il tempo di percorrenza tra l’aeroporto di Memanbetsu e Koshimizu è di circa 2 ore, compresi i vari collegamenti. La stazione ferroviaria più vicina a Koshimizu-cho è Hama-Koshimizu (浜小清水), sulla linea JR Semmo. Non c’è un collegamento ferroviario direttamente da Memanbetsu quindi dovrete prendere l’Airport Limousine Bus per la città di Abashiri (網走市) e da lì prendere il treno.

  • Da Memanbetsu prendete l’Airport Limousine Bus per Abashiri. Scendete ad Abashiriekimae (網走駅前). Durata: 35 minuti Costo: 910 yen.
  • Da Abashiriekimae prendete la linea JR Semmo per Hama-Koshimizu. Costo: 450 yen circa. Durata: 30 minuti.
  • Da Hama-Koshimizu prendete l’autobus diretto a Koshimizu (小清水行き / Koshimizu yuki / Bound for Koshimizu). Durata: 25 minuti. Costo: 590 yen.
  • Oppure c’è un autobus diretto per Koshimizu dalla stazione di Abashiri. A mio parere il modo più facile per arrivarci.

Informazioni sui trasferimenti aeroportuali possono essere trovate sul sito dell’Aeroporto di Memanbetsu.

Articolo originale in lingua inglese sponsorizzato dall’Associazione Turistica di Koshimizu | Tradotto da Chiara Campanile

Tamara Burgess

Tamara Burgess

Tamara si è innamorata di Tokyo nel 2015, durante una vacanza di due settimane in Giappone e Sudcorea. Dopo qualche viaggio in Europa e un "anno sabbatico", nel 2017 si è finalmente trasferita a Shinjuku. Ora trascorre la maggior parte del suo tempo memorizzando kanji, andando alla scoperta dei giardini giapponesi e percorrendo le strade di Shinjuku un cerca di nuove caffetterie. La sua giornata ideale prevede videogiochi vintage oppure liquore giapponese di prugne, o ancora meglio... entrambi.

www.intheaurora.com

Rispondi


X