fbpx Skip to main content

Negli ultimi decenni lo Studio Ghibli, il rinomato studio di animazione giapponese che ha prodotto film storici come Il mio vicino Totoro, Principessa Mononoke e La città incantata, sta riscuotendo un enorme successo anche a livello globale. Il Museo Ghibli (三鷹の森ジブリ美術館), situato a Mitaka (三鷹) nella città di Tokyo, attira visitatori da tutto il mondo. I biglietti a edizione limitata vanno regolarmente esauriti con mesi di anticipo (cosa che posso attestare personalmente). In seguito a un accordo raggiunto tra lo Studio Ghibli e la Prefettura di Aichi il 31 Maggio 2017, è stato reso noto al pubblico l’inizio di un nuovo, non troppo inatteso, progetto: un parco divertimenti a tema Studio Ghibli chiamato – indovina un po’ – Ghibli Park. Da allora ci sono stati numerosi aggiornamenti riguardanti il nuovo parco: in questo articolo troverai tutte le informazioni più recenti che siamo riusciti a raccogliere!

Cos’è il Ghibli Park?

Lo Studio Ghibli è stato, è e continua a essere un vero e proprio “fenomeno culturale”, e il Ghibli Park è un’estensione di questo fenomeno. Proprio come nel caso della Nintendo, che ha deciso di aprire il Super Nintendo World negli Universal Studios Japan all’inizio del 2021, questo parco a tema è stato creato con lo scopo di attirare fan sia a livello nazionale che internazionale, facendo leva sulla ricca storia dello studio e sulle sue opere più famose. Tuttavia, a differenza di molti altri parchi divertimento, questo si trova all’interno di un parco pubblico, ovvero il Moricoro Park (ufficialmente l’Aichi Earth Expo Memorial Park / 愛・地球博記念公園). Verranno mantenute le caratteristiche del parco pubblico, rendendolo però unico grazie all’introduzione di elementi a tema Studio Ghibli.

Il Ghibli Park sarà costituito da cinque aree distinte: la Youth Hill Area (青春の丘エリア), la Big Ghibli Storehouse Area (ジブリの大倉庫エリア), la Mononoke Village Area (もののけの里エリア), la Witch Valley Area (魔女の谷エリア) e la Dondoko Forest Area (どんどこ森エリア).

Una mappa complessiva del Moricoro Park con tutte e cinque le aree del Ghibli Park: 1 (gialla) la Youth Hill Area, 2 (rosa) la Big Ghibli Storehouse Area, 3 (viola) la Dondoko Forest Area, 4 (verde) la Mononoke Village Area , 5 (rosso) la Witch Valley Area. (Foto fornita dalla Prefettura di Aichi)

La Youth Hill Area (青春の丘エリア)

Situata nella parte settentrionale del Moricoro Park, la Youth Hill Area accoglierà i visitatori e li introdurrà nel fantastico mondo Ghibli. L’ascensore sarà in perfetto stile steampunk del XIX secolo, richiamando l’atmosfera del film Il castello errante di Howl. Quest’area ospiterà anche una zona ispirata ai quartieri residenziali giapponesi degli anni ’90, con il negozio di antiquariato de I sospiri del mio cuore e il “Cat Bureau” de La ricompensa del gatto.

La Big Ghibli Storehouse Area (ジブリの大倉庫エリア)

La Big Ghibli Storehouse Area sarà al coperto e sostituirà la piscina riscaldata che chiuse i battenti nel 2018. Ci saranno sale sia con esposizioni permanenti che dedicate a eventi speciali, un teatro da 170 posti, un’area giochi per bambini e una parte che ricorderà la misteriosa città de La città incantata. È lecito aspettarsi di trovare qualcosa di simile alle mostre attualmente ospitate al Museo Ghibli.

La Mononoke Village Area (もののけの里エリア)

Il progetto della Mononoke Village Area si basa sull’edificio della Città del Ferro nel film Principessa Mononoke. Saranno inoltre presenti anche delle grandi statue raffiguranti i demoni del film (i cosiddetti Tatari-gami), Okkoto (il Dio-cinghiale) e tanti altri personaggi. (La famosa statua del robot di Laputa – Castello nel cielo situata sul tetto del Museo Ghibli ci dà l’idea di cosa possiamo aspettarci).

Concept design della Mononoke Village Area. (Immagine fornita dalla Prefettura di Aichi)

La Witch Valley Area (魔女の谷エリア)

La Witch Valley Area verrà costruita in uno spazio finora inutilizzato, vicino al grande prato del parco pubblico, e si baserà sulle scenografie de Il castello errante di Howl e di Kiki – Consegne a domicilio. Vi troveremo la riproduzione del suddetto castello di Howl e della casa dei genitori di Kiki, oltre a una serie di luoghi ricreativi, zone relax e ristoranti.

Concept design della Witch Valley Area. (Foto fornita dalla Prefettura di Aichi)

La costruzione della riproduzione del Castello Errante di Howl, alta 16 metri, inizierà nei primi mesi del 2021. Lo studio ha già svelato un’immagine del concept design.

Concept design della riproduzione del Castello Errante di Howl al Ghibli Park
©Studio Ghibli

La Dondoko Forest Area (どんどこ森エリア)

Il nome di questa zona deriva dalla danza “Dondoko Odori” eseguita da Satsuki, Mei e Totoro in una famosa scena del film Il mio vicino Totoro. Inoltre, questa parte del parco, in linea con l’atmosfera del film, si concentrerà fortemente sul tema della natura. La Dondoko Forest Area accoglierà i visitatori con una location che ricorda la casa rurale giapponese degli anni ’50 presente nel film (una rappresentazione realistica, completa di una cucina e un bagno tradizionali, esiste già nel parco dal 2005 ed è molto popolare come attrazione turistica).

Concept design della Dondoko Forest Area. (Foto fornita dalla Prefettura di Aichi)

Quanto Costano i Biglietti Per il Ghibli Park?

Al momento il prezzo dei biglietti non è stato annunciato ufficialmente e l’ingresso al Moricoro Park che ospiterà il parco a tema Studio Ghibli è attualmente gratuito. Non sono previste giostre o attrazioni numerose quanto in altri famosi parchi divertimento giapponesi, come gli Universal Studios Japan o Tokyo Disneyland, che possono costare ben oltre 7.000 yen al giorno per gli adulti. Quindi è molto probabile che il Ghibli Park sarà meno costoso.

Si possono prendere come riferimento i biglietti per il Museo Ghibli di Mitaka, che costano 1.000 yen a persona, oppure quelli per visitare la “Casa di Satsuki e Mei” (サツキとメイの家) del film Il mio vicino Totoro, 520 yen per gli adulti e 250 yen per i bambini.

Riproduzione della Casa di Satsuki e Mei del film Il mio vicino Totoro.

Quando Aprirà il Ghibli Park?

La Youth Hill Area, la Big Ghibli Storehouse Area e la Dondoko Forest Area apriranno nell’autunno del 2022, mentre le restanti aree l’anno successivo.

Nonostante le preoccupazioni per i ritardi dovuti al COVID-19, la costruzione delle prime tre aree del Ghibli Park è iniziata ufficialmente il 28 luglio 2020. Il presidente dello Studio Ghibli, Kiyofumi Nakajima, durante la cerimonia di avvio dei lavori, ha annunciato con entusiasmo la conclusione della fase di progettazione grafica. La realizzazione sembra perciò procedere senza problemi e nei tempi previsti.

Come Posso Ottenere Maggiori Informazioni?

Potrai contare su di noi: faremo del nostro meglio per tenerti aggiornato su qualsiasi cambiamento significativo riguardante il parco proprio qui su Voyapon. Inoltre, puoi trovare tutti gli annunci ufficiali in giapponese sul sito dello Studio Ghibli e informazioni riguardanti l’Aichi Earth Expo Memorial Park, con i vari piani di costruzione, dal sito del parco, sempre in giapponese.

Arrivare al Ghibli Park

Il Ghibli Park sorgerà all’interno del Moricoro Park nella Prefettura di Aichi, noto ufficialmente come Aichi Earth Expo Memorial Park (愛・地球博記念公園, Aichikyūhaku-kinen-kōen), a est di Nagoya (名古屋).

Accesso in treno: il parco è raggiungibile prendendo il treno a levitazione magnetica Linimo (リニモ, Rinimo) e scendendo alla stazione Aichikyūhaku-kinen-kōen (Expo Memorial Park).

La durata del viaggio in treno è inferiore a 3 ore dalla stazione di Tokyo, poco più di 2 ore dalla stazione di Osaka e meno di 2 ore dalla stazione di Kyoto (tramite una combinazione di treno ad alta velocità, treno standard e Linimo). Il parco si trova a circa un minuto a piedi dalla stazione Aichikyūhaku-kinen-kōen (愛・地球博記念公園駅).

Accesso in autobus: il parco è raggiungibile anche tramite l’autobus Meitetsu con fermata alla stazione di Aichikyūhaku-kinen-kōen. Il parco è a circa un minuto a piedi dalla fermata dell’autobus.

Accesso in auto: attualmente sono disponibili tre parcheggi per veicoli privati, nel caso si abbia a disposizione un’auto durante la visita.

Tradotto da Chiara Campanile

Joseph Wentz

Joseph Wentz

Originario della costa est degli Stati Uniti, nel 2016 mi sono trasferito definitivamente nella zona di Tokyo, dove vivo tuttora. Quando non sono occupato a tradurre videogiochi per lavoro, trascorro il mio tempo libero giocandoci e collezionandoli.

josephwentz.com

Rispondi


X