fbpx Skip to main content

Classe ’94, faccio parte della generazione della Rowling da quando ho letto il suo primo romanzo ai tempi delle scuole medie. Ogni anno aspettavo con ansia l’uscita successiva per accompagnare Harry Potter nelle sue avventure alla sconfitta della magia oscura e del temibile Lord Voldemort. Quando finalmente è arrivato il momento di organizzare il mio primo viaggio in Giappone, ero estasiata all’idea di poter visitare gli Universal Studios Japan a Osaka e immergermi nell’inimitabile universo di Harry Potter (questa volta per davvero)! Se anche tu sei un vero Potterhead, continua a leggere l’articolo e sveglia la magia che è in te!

The Wizarding World of Harry Potter agli Universal Studios Japan

Situati nella baia di Osaka, gli Universal Studios Japan (USJ) sono il secondo parco a tema più visitato e più grande del Giappone, dopo il famosissimo Tokyo Disneyland & Disney Sea nei pressi della capitale. L’USJ è suddiviso in 10 sezioni, ognuna con un proprio tema che varia nel corso del tempo, come dimostrano la nuovissima aggiunta del Super Nintendo World o il parco a tema Pokémon annunciato qualche tempo fa. 

Qui trovano posto anche tutte le persone appassionate della saga di J. K. Rowling, che possono scoprire il suo mondo nella fantastica sezione “The Wizarding World of Harry Potter”. Ispirata a quella dell’omologo parco a tema a Orlando, in Florida, la sezione di Harry Potter a Osaka è stata inaugurata nel luglio 2014 accanto a quella degli imponenti dinosauri di Jurassic Park e a Universal Wonderland, che comprende attrazioni dedicate a Snoopy, Elmo, e Hello Kitty. 

L’ingresso scenografico al parco di Harry Potter

L’entrata al parco a tema di Harry Potter è di per sé una meravigliosa introduzione visiva e sensoriale al suo magico mondo. Numerosi sono i visitatori (soprattutto giapponesi) che si calano per davvero nei personaggi dell’universo Potteriano e visitano il parco vestiti da mago o da strega.

Accompagnati dalla colonna sonora dei film della saga, si entra percorrendo uno stretto e lungo sentiero fiancheggiato da alberi che ricorda la Foresta Proibita. Qui troverete abbandonata la Ford Anglia del signor Weasley, con la quale Harry e Ron arrivarono alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts al loro secondo anno di studi. 

Ford Anglia del signor Weasley al parco di Harry Potter
La Ford Fiesta del signor Weasley all’ingresso del parco di Harry Potter

Proseguendo lungo il sentiero la musica si fa sempre più viva, così come l’entusiasmo di ogni Potterhead. Si giunge infine all’ingresso vero e proprio del parcoil cancello del villaggio di Hogsmeade.

Il treno Hogwarts Express alla stazione di Hogsmeade

Una volta varcato il cancello, sulla destra si scorge una delle attrazioni in esclusiva del parco di Osaka: l’Hogwarts Express Photo Op alla stazione di Hogsmeade, dove il personale in divisa vi scatterà una foto di fronte all’iconico treno rosso (oppure potrete scattarla gratuitamente da soli!).

Hogwarts Express al parco di Harry Potter
Tutti noi abbiamo sognato almeno una volta di salire sull’Hogwarts Express insieme a Harry e i suoi amici…

Il villaggio di Hogsmeade

Superata la stazione si entra poi nel villaggio di Hogsmeade, ricreato in maniera estremamente fedele nella sua variante invernale: i tetti degli edifici sono coperti da un manto di neve finta, ma incredibilmente realistica. Se siete ad Osaka e capita una giornata nevosa, dovreste assolutamente cogliere l’occasione e visitare il parco di Harry Potter agli Universal Studios Japan!

I negozi e i ristoranti del parco a tema di Harry Potter

Nella ricostruzione di Hogsmeade si ritrovano i negozi del villaggio originale:

  • Dervish and Banges (MondoMago): per acquistare le uniformi scolastiche, ogni tipo di strumento magico e l’attrezzatura da Quidditch.
  • Filch’s Emporium of Confiscated Goods (Emporio di merci confiscate da Gazza): per riportare a casa dei souvenir delle quattro Case di Hogwarts, come t-shirt, felpe, sciarpe, borse e articoli di cancelleria.
  • Gladrags Wizardwear: il posto ideale se cercate vestiti, accessori e gioielli del mondo magico. In vetrina è esposto anche l’abito che Hermione indossa al Ballo del Ceppo durante il quarto anno ad Hogwarts.
  • Honeydukes (Mielandia): chi ama i dolci qui troverà di che leccarsi i baffi! Provate le famose Gelatine Tuttigusti +1 e sperate di non trovare il gusto vomito o quello di uovo marcio. Collezionate anche le figurine ufficiali della Warner Bros con le Cioccorane (e non lasciatele scappare!).
Negozio di Ollivanders al parco di Harry Potter
“È la bacchetta a scegliere il mago, signor Potter!”
  • Ollivanders (Olivander): ricordate, lasciate che sia la bacchetta a scegliervi e fidatevi del vostro istinto! 
  • Owl Post & Owlery (Ufficio Postale dei gufi): qui potrete spedire una lettera ai vostri amici Potterhead con il francobollo di Hogsmeade. 
  • Wiseacre’s Wizarding Equipment (Equipaggiamento magico): per completare la vostra valigia per Hogwarts con altre attrezzature magiche.
  • Zonko’s Joke Shop (L’Emporio degli scherzi di Zonko): cercate degli scherzi originali da fare ai vostri cari in pieno stile George e Fred Weasley? Allora questo è il posto che fa per voi!
Negozio di Zonko al parco di Harry Potter
Sbizzarritevi alla ricerca di scherzi nel negozio di Zonko.

Per una pausa ristoro potrete invece fermarvi da:

  • Hog’s Head (Pub Testa di Porco): offre una varia selezione di bevande, tra cui la famosa burrobirra sia in versione alcolica che analcolica, per poterla condividere anche con i vostri bambini.
  • Three Broomsticks (I Tre Manici di Scopa): qui potrete trovare non solo la burrobirra, ma anche i piatti tipici della tradizione Britannica e una scelta di dolci squisiti. È la locanda preferita degli studenti e dei professori di Hogwarts per cui non potete non farci un salto!
  • Magic Neep Cart: è un piccolo carretto che vende frutta, snack e bevande.

Le attrazioni del parco a tema di Harry Potter

L’attrazione del parco che lascia a bocca aperta ogni Potteriano è la magnifica vista sull’indimenticabile Castello di Hogwarts, ma non è l’unica… Scopriamole insieme!

Il Castello di Hogwarts: “Harry Potter and the Forbidden Journey”

Attraversando il villaggio di Hogsmeade si giunge all’imponente ricostruzione del Castello della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts: sembra davvero di calarsi nei panni di Harry Potter quando intravide per la prima volta la sua nuova casa.

Castello di Hogwarts al parco di Harry Potter a Osaka
Il castello di Hogwarts cela al suo interno l’attrazione principale del parco di Harry Potter

Qui noterete subito una lunga fila di appassionati che costeggia l’edificio in attesa del proprio turno per la principale attrazione del parco: “Harry Potter and the Forbidden Journey”. Io ci sono andata in tarda mattinata e ho aspettato circa 2 ore e mezza prima di entrare, per cui vi consiglio di andarci come prima tappa della giornata, per poi visitare Hogsmeade con calma. 

L’attrazione consiste in un percorso scenografico in 3D nella scuola di Hogwarts: una vera e propria avventura virtuale a bordo di vagoni che, una volta indossati gli occhiali in dotazione, si trasformano in magiche scope volanti. Si vola alla scoperta del mondo di Harry Potter a fianco dei vari personaggi della saga, tra partite di Quidditch e scontri con i terrificanti dissennatori sempre pronti ad estrarvi l’anima dal corpo.

Nel castello si possono esplorare anche i corridoi della scuola, l’ufficio di Silente e l’aula di Difesa contro le Arti Oscure, tutti ricreati con una cura al dettaglio davvero meticolosa. Troverete il Cappello Parlante e la Sala dei Ritratti, che si muovono e parlano come nei film!

L’unico tasto dolente è che le parti sonore sono tutte in lingua giapponese. Ciò nonostante, l’attesa al castello di Hogwarts viene più che ripagata: gli effetti speciali rendono l’esperienza davvero entusiasmante e unica nel suo genere!

La capanna di Hagrid: “Flight of the Hippogriff”

Nei pressi del castello si trova anche la Capanna di Hagrid, il custode delle chiavi del castello, e la seconda attrazione del parco: “Flight of the Hippogriff”. È una piccola montagna russa, adatta anche ai bambini, che porta i visitatori a bordo dell’ippogrifo Fierobecco in volo sulla Capanna di Hagrid e sulla Foresta Proibita. 

Se non siete molto amanti delle montagne russe ve la sconsiglio, ma se volete fare un atto di coraggio sappiate che dal punto più alto dell’attrazione potrete godere di una vista panoramica sul parco di Harry Potter!

Gli intrattenimenti al parco a tema di Harry Potter agli USJ

Il Wizarding World of Harry Potter offre anche alcuni spettacoli davvero interessanti:

  • Frog Choir: riprende il famoso Coro di Hogwarts condotto dal professor Vitious. Lasciatevi andare al suono della musica con un gruppo di quattro studenti (uno per ogni Casa) che intona le canzoni della saga, accompagnato dalle rane gracchianti.
  • Triwizard Spirit Rally: è uno spettacolo incantevole che vede come protagonisti gli studenti di Beauxbatons e Durmstrang, venuti ad Hogwarts per il Torneo Tremaghi.
  • Wand Studies: uno spettacolo di magia in cui alcuni studenti delle quattro Case si sfidano a vicenda per diventare a tutti gli effetti maghi o streghe.
  • Wand Magic: in questo caso i protagonisti siete voi. Sfoggiate le vostre competenze magiche e mettete alla prova la vostra nuova Bacchetta Interattiva!

Come arrivare al parco a tema di Harry Potter da Osaka

Il centro di Osaka e il parco di Harry Potter sono ben collegati con i mezzi pubblici: l’ingresso agli Universal Studios Japan si trova infatti a 5 minuti a piedi dalla fermata della JR Universal City Station, sulla linea ferroviaria JR Sakurajima (nota anche come JR Yumesaki). Arrivare agli USJ da Osaka è quindi piuttosto semplice e veloce e il viaggio è incluso nel JR Pass.

Dalla stazione di Osaka si impiegano circa 12 minuti, mentre dalla stazione di Osaka Namba è necessario prendere la Hanshin Namba Line, scendere alla stazione di Nishikujo e prendere la linea JR Sakurajima per circa 20 minuti.

Quando ho visitato il parco di Harry Potter agli Universal Studios Japan ho realizzato uno dei miei sogni più grandi: per un giorno ho potuto viaggiare con la fantasia e accompagnare Harry e i suoi amici nelle loro avventure. Non vedo l’ora di tornarci, questa volta nei miei panni da Tassorosso!

Irene Burricco

Irene Burricco

Italiana di nascita, giapponese nel cuore. Ho studiato lingua e letteratura giapponese all’Orientale di Napoli e da allora mi sono appassionata sempre più di questa cultura. Nel 2016 ho visitato per la prima volta il Giappone ed è stata l’esperienza più bella della mia vita. Amo la letteratura giapponese, assaporare té, scoprire nuovi luoghi e scattare foto. Spero che vi piacerà il mio sguardo sul Giappone :)

Rispondi