fbpx Skip to main content

Se l’attacco al World Trade Center nel 2001 cambiò il futuro dei viaggi aerei in un solo istante, allo stesso modo il 2020 verrà ricordato come l’anno in cui il coronavirus ha cambiato il futuro dei viaggi globali. Anche se il mondo si sta lentamente riprendendo da questa pandemia globale, il futuro dei viaggi sta cambiando sotto i nostri occhi. Alcune compagnie aeree internazionali richiedono ai passeggeri di indossare le mascherine a bordo. I confini tra le nazioni vengono aperti e chiusi a seconda della situazione sanitaria. E tutti nel settore dei viaggi, dalle catene alberghiere internazionali alle pensioni a conduzione familiare, stanno soffrendo finanziariamente.

ala di un aereo in volo

Allo stesso tempo abbiamo assistito ad alcuni effetti sorprendentemente positivi nel mondo, dato che siamo stati costretti a prenderci una pausa dalla vita di tutti i giorni. I cieli delle grandi città sono più limpidi, l’aria è più fresca e pulita. La fauna selvatica è tornata nelle aree un tempo dominate dai soli esseri umani. E in molti si sono resi conto che le vecchie vie finora percorse, quelle che hanno messo a dura prova l’ambiente, potrebbero non essere la strada giusta da seguire.

Mentre ci chiediamo come sarà il futuro dei viaggiatori internazionali, possiamo cominciare a pensare più seriamente a cosa fare per tornare a viaggiare in modo più responsabile dopo il coronavirus, continuando a sostenere chi dipende dal turismo come mezzo di sussistenza. Ecco alcuni aspetti da considerare per la vostra prossima visita in Giappone, o in qualsiasi altra parte del mondo.

Fate Meno Viaggi, Rimanete Più a Lungo

I voli commerciali sono responsabili di una quantità incredibile di CO2 rilasciata nella nostra atmosfera, uno dei principali fattori che contribuiscono al riscaldamento globale. Ma fino a quando non saremo in grado di teletrasportarci alla Star Trek, viaggiare in aereo rimarrà inevitabile per la maggior parte delle persone.

Ciò non significa che non possiamo essere più responsabili su COME e QUANDO utilizzare l’aereo. Se abbiamo sempre avuto l’abitudine di fare 2 o 3 vacanze all’anno viaggiando in aereo, cosa succederebbe se invece ne facessimo solo una ma più lunga? Un simile cambiamento rappresenterebbe un piccolo sacrificio in nome della sostenibilità dei viaggi globali. Una lunga vacanza in Giappone, per esempio, vi permetterebbe di approfittare di un vantaggioso Japan Rail Pass di 14 o 21 giorni, utilizzando i famosi treni proiettile Shinkansen giapponesi. I treni Shinkansen sono elettrici, e in più generano elettricità in frenata, come avviene in molte automobili ibride. Quindi, con il JR Pass non solo risparmierete denaro, ma ridurrete anche l’impronta di carbonio del vostro viaggio.

treno elettrico Shinkansen in Giappone

La maggior parte della CO2 viene prodotta nei momenti di decollo e di atterraggio, perciò la lunghezza del volo in sé ha un effetto minore sull’inquinamento. Ciò significa che non dovremmo sentirci in colpa nel viaggiare verso una destinazione lontana come il Belize, le Figi o il Giappone, poiché l’impatto ambientale di un tale volo non è molto diverso da quello diretto verso uno stato o paese dell’UE.

Scegliete Viaggi Slow 

Una volta arrivati a destinazione, è importante valutare il vostro itinerario, prendendo in considerazione le attività che hanno un impatto minore sull’ambiente. Le attività nella natura come fare un’escursione, andare in esplorazione o semplicemente rilassarsi su una spiaggia sono solo alcuni esempi. Per chi vuole spingersi oltre, che ne dite di lunghi viaggi in bicicletta tra un città e l’altra, dove il tragitto stesso è interessante quanto la destinazione?

turista a cavallo nella campagna giapponese
Foto: Mika Senda

Il Giappone è una destinazione perfetta per chi apprezza esperienze di viaggio più lunghe. Potete percorrere parte di un’antica strada attraversata da samurai e mercanti secoli fa. Potete esplorare santuari bellissimi costruiti ancor prima che il Giappone avesse una storia scritta. O semplicemente passare un intera giornata di dolce far niente su una spiaggia incontaminata con bandiera blu nei pressi di Kyoto.

E se amate pedalare, le possibilità in Giappone sono innumerevoli. Le grandi città offrono noleggi giornalieri di facile accesso, mentre i centri turistici in campagna offrono sia biciclette che visite guidate. C’è la possibilità di fare lunghe, e impegnative, pedalate lungo splendide coste, ma anche emozionanti discese da vertiginose vette vulcaniche.

Immaginate la vostra vacanza non solo come un’opportunità per ridare energia a corpo, mente e spirito, ma anche come un’occasione per dare un po’ di respiro, allo stesso tempo, anche all’ambiente. Su larga scala, queste piccole azioni potrebbero essere un grande passo avanti verso la sostenibilità.

Sostenete le Piccole Imprese 

Nonostante alcuni sostengano che le persone dovrebbero rinunciare completamente ai viaggi internazionali per il bene dell’ambiente, la verità è un po’ più complessa. Intere economie sono state costruite attorno all’industria del turismo e la pandemia ci ha mostrato quanto possano essere vulnerabili quando il turismo diventa impossibile. Inoltre, i viaggi internazionali consentono di avere interazioni personali con persone di un’altra cultura: opportunità importanti in un mondo che si sente sempre più diviso.

Nessuno è vulnerabile quanto le piccole imprese gestite da famiglie o singoli individui. Quando potrete tornare a viaggiare in Giappone dopo il coronavirus, vi invitiamo quindi a sostenere queste piccole imprese, utilizzando i loro servizi e acquistando i loro prodotti.

Caprette in una fattoria giapponese al tramonto

Il Giappone è un paese che avverte particolarmente le perturbazioni nel settore del turismo. Migliaia di artigiani locali, che hanno la responsabilità di portare avanti tradizioni secolari, non riescono a farcela a causa della riduzione e dell’invecchiamento della popolazione giapponese. La più grande paura di questi commercianti è che i mestieri che rappresentano si estinguano, senza che nessuno li abbia mai sostenuti. Noi di Voyapon abbiamo particolarmente a cuore queste arti e mestieri tradizionali giapponesi e spesso li promuoviamo nei paesi non di lingua giapponese.

Esistono poi altre attività altrettanto vulnerabili. I soggiorni in fattoria e nei minshuku sono esperienze autentiche di alloggio in vere case giapponesi. Offrono infatti l’opportunità di far parte di una famiglia giapponese, godendo della loro ospitalità. Abbiamo trattato esperienze di agriturismo in tutto il Giappone, da Niigata a Oita; non avrete davvero sperimentato il Giappone finché non avrete soggiornato in uno di questi posti.

Non Seguite la Massa

Una delle maggiori pressioni del turismo sull’ambiente e sul paese ospitante è la presenza eccessiva di turisti. Quando folle di persone si riversano nello stesso posto per ottenere un selfie perfetto da postare su Instagram, le ripercussioni possono essere devastanti sia per l’ambiente che per l’economia locale. I residenti possono addirittura trovarsi costretti a lasciare la propria casa e attività commerciale, per fare spazio a hotel e negozi di lusso. Le città rischiano di diventare sovraffollate, causando inquinamento e portando a una maggior tassazione per le infrastrutture locali. E chiaramente, in situazioni del genere, è impossibile rilassarsi: che vacanza sarebbe senza nemmeno un po’ di relax?

Il nostro consiglio: non seguite la massa. Esistono innumerevoli destinazioni che non compaiono nelle prime pagine delle ricerche di Google e che sono lì in attesa di essere scoperte. Scavate più a fondo e sarete ben ricompensati. Su Voyapon, l’obiettivo fondamentale è quello di offrirvi destinazioni ed esperienze “fuori dai sentieri battuti”. Può sembrarvi un po’ sfrontata come richiesta, ma passate un po’ di tempo a esplorare il nostro sito Web e vedete se riuscite a trovare un posticino nella campagna giapponese in grado di emozionarvi. Non ve ne pentirete! 

E adesso, dove andrete? 

Strada di una zona rurale in Giappone

Il mondo non ha mai avuto prima d’ora una tale opportunità di cambiamento per quanto riguarda il viaggiare in modo più responsabile. Sarebbe un peccato lasciar perdere. Come reagirai, ora che sai che il futuro dei viaggi è cambiato per sempre? E dove andrai per la tua prossima avventura?

Non pretendiamo di avere tutte le risposte, ma una cosa la sappiamo: il Giappone era, è e sempre sarà una destinazione incredibile per chi è alla ricerca di avventura, esperienze uniche e un’ospitalità impareggiabile. Dal canto nostro, ci impegneremo sempre per offrirvi il maggior numero possibile di informazioni sul Giappone, ma dovete essere voi a volare qui e a viverlo davvero.

Tradotto da Chiara Campanile

Todd Fong

Todd Fong

Fotografo e storyteller. Nato a Oaktown (Oakland, California), vivo a Tokyo. Di recente ho pubblicato il mio libro fotografico "Sheila Kimono Style" (Tokai Educational, 2018). Scrivo e fotografo come freelance per Voyapon, 365 Japan e PeraPeraPera.net

www.peraperapera.net/

Rispondi


X